BOLOGNA

Scopri la Slow Wine Fair
in anteprima a Sana!

Bolognafiere, 9-12 settembre
padiglione 37 - stand F29

26 FEB - 1 MAR 2022

La manifestazione
internazionale
dedicata al vino
buono pulito e giusto

organizzato da

da un’idea di

La manifestazione internazionale
dedicata al vino buono
pulito e giusto

BOLOGNA

26 FEB - 1 MAR 2022

organizzato da

organizzato da

da un'idea di

Scopri la Slow Wine Fair
in anteprima a Sana!

bolognafiere, 9-12 settembre,
padiglione 37 - stand F29

Vigneron, operatori e appassionati si ritroveranno a Bologna per fare la rivoluzione del mondo del vino.

Sana Slow Wine presenta la Slow Wine Fair, l’evento internazionale dedicato al vino buono, pulito e giusto. La manifestazione ospiterà, infatti, il primo incontro internazionale della Slow Wine Coalition, occasione di confronto e dibattito tra tutti gli attori della rete, nel solco della quasi ventennale esperienza di Terra Madre.

Durante i quattro giorni della Slow Wine Fair si riuniranno centinaia di produttori da tutto il mondo che potranno confrontarsi in conferenze e dibattiti. A seguire, un programma ricco di Laboratori del Gusto e l’esposizione di migliaia di etichette provenienti da ogni parte del globo. Quest’ultima parte sarà impreziosita dalla partecipazione di Federbio e della Società Excellence, che riunisce le diciotto aziende leader nella distribuzione in Italia.

La manifestazione sarà aperta nella giornata di domenica agli appassionati, mentre le giornate di lunedì e martedì saranno dedicate ai professionisti.

I PROTAGONISTI

A Bologna si riuniranno centinaia di vigneron provenienti dai quattro angoli del globo e che hanno firmato il Manifesto del vino buono, pulito e giusto.

Il focus, posto nella selezione delle cantine, sarà quello caro alla Slow Wine Coalition: un incontro riservato, quindi, a produttori che praticano un’agricoltura sostenibile, attenta a preservare le peculiarità del paesaggio, e si impegnano per una crescita sociale e culturale delle campagne.

Un evento di questa portata, che ha come obiettivo il rinnovamento profondo del nostro sistema agricolo, ha bisogno di coinvolgere coloro che hanno fatto del vino la propria professione. Slow Wine Fair vedrà momenti di forte coinvolgimento del mondo della ristorazione: sommelier, enotecari, distributori, agenti di commercio e stampa specializzata.

Tutto questo senza dimenticare la presenza essenziale dei consumatori – definiti da Slow Food come co-produttori o più semplicemente appassionati – che, scegliendo un vino frutto di una visione produttiva virtuosa, contribuiscono a cambiare il mondo.

Cos’è la Slow Wine Coalition?

È una rete internazionale, inclusiva e collaborativa che unisce i protagonisti del mondo del vino: vignaioli, appassionati e professionisti della filiera.
Alla base della Coalition c’è il Manifesto per il vino Buono, Pulito e Giusto, un decalogo che nasce dall’esperienza maturata da Slow Food durante tutta la propria storia. Una storia in cui il vino ha avuto un ruolo centrale e importantissimo, ed è stato scritto grazie a esperti, vignaioli e tecnici.

Attraverso la produzione e il consumo di bottiglie realizzate seguendo il Manifesto, ci poniamo l’obiettivo di incidere nel futuro della viticoltura, che è ancora troppo legata all’uso della chimica e ha stravolto la biodiversità dei terroir di maggior successo imponendo la monocultura. Da qualche anno le avanguardie più illuminate dei vignerons hanno capito che si deve cambiare rotta.  

Il Manifesto punta alla costruzione di un sistema che faccia del vino un potente strumento di riscatto culturale delle campagne. I vignaioli, grazie al Manifesto, sono sia custodi del territorio, sia promotori di un sistema che unisce architettura, biodiversità e giustizia sociale. Solo così il patto comunitario tra appassionati, vignaioli e soggetti legati alla filiera enologica avrà un ruolo di crescita sociale e culturale. 

Questo è il senso del Manifesto: trattare il vino come qualcosa che vada oltre al bicchiere e che includa ambiti di importanza strategica per il futuro di noi tutti. Slow Food si è posta l’obiettivo di far sentire con energia la propria voce rispetto a questi argomenti e di riunire attorno a sé le forze migliori, per far crescere una comunità attiva e desiderosa di operare forti cambiamenti.

Per saperne di più